Indonesia: tracce di uno tsunami in una caverna di migliaia di anni fa

In Indonesia è stata scoperta una caverna che custodiva un vero tesoro, almeno per quanto riguarda il sapere scientifico. Si tratta infatti di una cavità ricca delle tracce lasciate da diversi tsunami, il più datato dei quali si sarebbe verificato circa 7500 anni fa.

Un vero e proprio record, ma soprattutto un patrimonio inestimabile di conoscenze per i geologi, che dispongono ora della più lunga e dettagliata 'timeline' dei maremoti accaduti in quell'area. La stessa in cui, il 26 dicembre 2004, un terremoto di magnitudo 9.1 ha scatenato onde alte fino a 30 metri, sotto le quali sono morte oltre 230mila persone in diversi paesi. Più di metà di esse, proprio in Indonesia.

La più 'giovane' delle tracce conservate nella caverna risale a 2800 anni fa; accanto a esse, ne emergono altre risalenti ad altri quattro tsunami verificatisi nei precedenti 500 anni. «Questo non significa che per il prossimo mezzo millennio non si verifichi un altro evento come quello del 2004», ha detto Charles Rubin, capo del team di ricerca dell'Osservatorio terrestre di Singapore. «La timeline ci permette di avere un sguardo di insieme e quindi di avvicinare nel tempo i diversi fenomeni – ha aggiunto –, ma ciò che mostra con chiarezza è che la loro tempistica è decisamente variabile».

La caverna è stata scoperta per caso, e non all'interno di un preciso programma di ricerca. Si trova a poco meno di duecento metri dalla costa di Banda Aceh, ed è collocata a circa un metro di altezza dal punto più alto che la marea riesca a raggiungere.



fonte: it.notizie.yahoo.com

Nessun commento:

Posta un commento