Autostrada Fotovoltaica: realtà o fantascienza?

Una società americana progetta di sostituire la pavimentazione autostradale con pannelli elettrici.  Un’idea innovativa che comporterebbe una rivoluzione energetica e un ulteriore inserimento delle auto elettriche all’interno del parco auto Americano.

 L’energia solare è stata una delle prime energie alternative sfruttate dall’uomo per gli usi più comuni.
I pannelli solari con il passare del tempo, hanno saputo conquistare la fiducia dell’uomo grazie anche alla loro applicazione in uso domestico, infatti con una corretta installazione in zone geograficamente adatte possono produrre risparmi sensibili.

E se l’energia questa volta provenisse dalla strada?

E’ questa l’idea che è balzata in mente alla società americana Solar Roadways che introduce l’idea di installare pannelli solari al posto dell’asfalto delle immense autostrade americane.

L’idea, se realizzata, porterebbe ad una totale rivoluzione energetica.

Si stima che la superficie totale di strade, autostrade e parcheggi all’aperto degli Stati Uniti sia di almeno 100.000 kilometri quadrati, la Solar Roadways ipotizza che in una giornata nuvolosa di almeno 4 ore al giorno ed un efficienza fotovoltaica di appena il 15% ogni pannello sarebbe comunque in grado di produrre 7.6 Kwh al giorno.
Un risultato strabiliante che andrebbe ancora a migliorare in quelle zone desertiche come il Texas oppure il Nevada dove la quantità di precipitazioni e di giornate nuvolose è bassissima.

I pannelli, in fase di progettazione, sono pensati esclusivamente per le autostrade americane, di forma quadrata, che si adatta alle corsie, e con un lato di 3.7 metri. Naturalmente i pannelli saranno costruiti con uno speciale materiale che sia in grado di sostenere il peso delle innumerevoli auto e mezzi di trasporto pesante a cui le strade, soprattutto al 2° Classificato vanno 100 euro di Bonus (su tutti i giochi Casino)Molto particolare la modalita dell’offerta che, come usuale da qualche tempo, mira a premiare soprattutto gli appassionati delle slot machine online ed in questo caso Viva l Italia e Caffe de Paris a cui i bonus ottenuti saranno dedicati. quelle americane con milioni di abitanti, sono giornalmente soggette.
Per questo motivo il materiale prescelto è molto simile a quello utilizzato dai vetri antiproiettile.

Un altro problema a cui la Solar Roadways ha già pensato è quello si assicurare un’aderenza simile a quella dell’asfalto, aderenza che consentirebbe il normale rotolamento delle ruote in totale sicurezza e in condizioni atmosferiche avverse. Per questo motivo si progetta che i pannelli siano dotati di migliaia di piccolissimi prismi che permetterebbero ai pneumatici di rotolare su una superficie ruvida quanto quella dell’asfalto.

L’energia immagazzinata dall’enorme numero di pannelli solari installati sulle strade potrebbe essere sfruttata dall’Ente Autostradale Americano,che sostiene il progetto, oppure per illuminare i caselli o per le insegne luminose, ma potrebbe anche essere sfruttata per ricaricare le sempre più diffuse auto elettriche.
Un’idea quest’ultima che potrebbe garantire un ulteriore incentivo nell’acquisto delle auto elettriche, ma anche una comodità in quegli stati, come la California, dove le auto elettriche sono molto diffuse.

Chissà se l’autostrada fotovoltaica sarà solo un progetto che sa di fantascienza oppure diverrà una vera e propria realtà tra qualche anno. Fatto sta che l’idea è assolutamente innovativa e permetterebbe la scomparsa delle classiche stazioni di servizio che verrebbero ecologicamente sostituite da grandi ed eco stazioni di ricarica elettrica.

Salvatore Monaco

fonte: tecnologia-ambiente.it

Nessun commento:

Posta un commento