Argento Colloidale Antibiotico Naturale fonte di molte Guarigioni “Miracolose”

L’ argento colloidale è un eccezionale battericida, germicida per eccellenza, antibiotico naturale, fonte di molte guarigioni “miracolose” che gli scettici non sono disposti ad accettare. Eppure, i fatti parlano da soli. L’argento colloidale elimina più di 650 specie di microbi, virus, batteri, parassiti, muffe, funghi e micoplasmi, alcuni solo in pochi minuti



L’argento colloidale non è un trattamento nuovo o una nuova scoperta, ma piuttosto un “rimedio della nonna”. Frank Goldman nel suo libro “Un arma segreta contro la malattia: argento colloidale” scrive:
“E ‘stato utilizzato in utensili per bambini per aiutarli a proteggerli dalle malattie la cui origine non era ancora conosciuta a quei tempi. Il termine “Essere nato con un cucchiaio d’argento in bocca” deriva da questo fenomeno, il suo recente utilizzo come un’indicazione di ricchezza è una conseguenza. I veneziani portava l’acqua, il vino e l’aceto in contenitori d’argento per, durante la conquista del West americano, proteggere la loro acqua, il latte e negli alimenti mettevano monete d’argento per preservare la freschezza. Alessandro Magno (356-323 aC. AC) portava la sua acqua in contenitori d’argento. Il cibo era servito per l’aristocrazia su vassoi d’argento, mangiavano con posate d’argento e le loro bevande erano servite in tazze d’argento.

L’uso medico dell’ argento ha una lunga tradizione, i macedoni mettevano monete sulle ferite per aiutarli a guarire. La Grecia antica conosceva la fitoterapia grazie a Ippocrate (460-370 aC), ha descritto più di 230 piante medicinali nel suo libro “Corpus Hippocraticum” scienza a cui era stato iniziato da suo padre, Eraclide . Ha sviluppato e praticato durante i suoi viaggi in Asia Minore e in Grecia, in quei momenti, ha insegnato ai suoi discepoli che il fiore d’argento (polvere extra-fine) guariva le ferite ulcerate .

Molti medici, alchimisti, come Plinio (78 dC), Gerber (702-765), Avicenna (980-1037, Paracelso (1493-1541) consigliavano l’uso del denaro d’argento.

Nel Medioevo, i medici arabi usavano i soldi nel trattamento delle palpitazioni e ritenzione di liquidi. Nel ’700 il nitrato d’argento divenne una opzione terapeutica per il trattamento di ferite, ulcere e problemi alla pelle.

Nel 1881, Carl Sigmund Franz Crede (1819-1882), consigliava per prevenire l’infiammazione degli occhi del neonato il trattamento di una soluzione all’1% di nitrato d’argento. Con l’introduzione di questa pratica, il tasso di oftalmia neonatale rapidamente scesa dal 10% al 0,2%. Di conseguenza, questa pratica è diventata obbligatoria nei paesi degli Stati Uniti e buona parte di quelli europei.

Nel 1893, il botanico svizzero Von Nägeli (1871-1938) scoprì che la concentrazione di ioni% solo 0,000 000 1 argento sufficienti per uccidere il germe Spirogyra (verde acqua dolce alghe è in forma di filamenti) che si trova in acqua dolce.

Le proprietà anti-infettive di argento colloidale sono state messe appunto nei primi del ’900. Ad esempio i cinesi hanno usato l’agopuntura per circa 7000 anni. Presumibilmente migliaia di agopuntori nel mondo di oggi utilizzano aghi d’argento per l’agopuntura.

Il denaro d’argento è ancora usato nella medicina tradizionale indiana (Ayurveda), tra gli altri, per trattare la febbre cronica, infiammazione intestinale, cistifellea iperattività e menorragia.

Nel 1928, Krause ha avuto l’idea di mettere l’argento nei sistemi di filtrazione per l’acqua sanitaria, attualmente, più della metà delle compagnie aeree globale usa l’argento per il trattamento di acque destinate agli utenti di aeromobili. Gli americani ed i russi hanno scelto un sistema di trattamento delle acque a base di argento per le loro navicelle spaziali.

Negli Stati Uniti, le città hanno scelto i soldi per il trattamento delle acque reflue, in alcuni ospedali l’installazione del sistema di ionizzazione argento / rame hanno aiutato a sradicare la legionella nei loro sistemi di acqua calda.”
Anche se è ancora in uso, l’argento colloidale è scomparso dagli studi medici durante l’avvento degli antibiotici negli anni ’30.

Prima del 1938, l’argento colloidale era considerato uno dei fondamenti del trattamento antibiotico, quando per l’appunto furono scoperti gli antibiotici l’uso dell’argento fu abbandonato.

Le più importanti proprietà dell’argento colloidale è l’efficacia contro 650 germi, funghi e virus patogeni, aiuta a ridurre le infiammazioni e favorisce la stimolazione della ricrescita dei tessuti danneggiati. Ottimo rimedio per le infezioni, favorisce un rapido risanamento, aiuta a rinforzare le difese naturali del nostro corpo, non sembra avere controindicazioni, viene ricordato che può però provocare argiria, una colorazione bluastra permanente della pelle,dovuta a un sovradosaggio. Un rimedio naturale che non contiene sostanze chimiche, che può essere usato esternamente e internamente. Questo rimedio è uno dei migliori e più sicuri antibatterici generali conosciuti, anche per i bambini è un trattamento sicuro, non ha controindicazioni con altri farmaci, non sviluppa dipendenza e intolleranza, unica possibile controindicazione riguarda le donne in gravidanza (dovrebbero consultare il medico) e chi è allergico a certi minerali, potrebbe contenere tracce di alcuni.

Ecco un elenco di malattie per le quali l’argento colloidale è stato dimostrato essere utile, anche da testimonianze personali:

Ascessi, acne, allergie, tonsille, tonsillite, ulcere della bocca, artrite, asma, lesioni, ferite, bronchite, ustioni, scottature, Candida albicans, cellulite, colite, congiuntivite, morbo di Crohn, la cura del cuoio capelluto, denti ( carie), diarrea, eczema, stanchezza cronica, infezione allo stomaco, fibromialgia, Gale,ulcere allo stomaco, il diabete, il colera, la malaria, la lebbra e la peste bubbonica, infezioni polmonari , infezioni della pelle, problemi al fegato, occhi, orecchie, reni, vescica, del tratto urinario, intossicazione alimentare, cisti, lievito, malattia di Lyme, muffe, funghi, pancreatite, forfora, alito cattivo, polmonite, influenza e raffreddore,tigna, varicella, verruche, Herpes Zoster .

L’argento colloidale aiuta anche a depurare l’acqua delle piscine, a eliminare parassiti e muffe dalle piante, ottimo sterilizzatore, utile per lavare frutta e verdura, e per combattere le infezioni anche degli animali domestici.

Sconsigliamo vivamente l’autoprescrizione, chiedete sempre consiglio al vostro medico, per il dosaggio e la tipologia del prodotto più affidabile.

fonte: ambientebio.it

ti potrebbe interessare anche:
Scie chimiche: imparare come proteggersi da questi pericolosi veleni
Sante Colloidal Silver Spray 10 ppm - 100 ml
Argento colloidale
Argento Colloidale
L'alternativa naturale agli antibiotici
Il grande libro dell'Argento Colloidale per la salute delle persone, degli animali e delle piante
Ha effetti antibiotici, inibisce le infezioni, rinforza il sistema immunitario - Nuova Edizione ampliata e aggiornata
Generatore per la Produzione di Argento Colloidale

Nessun commento:

Posta un commento