Terra: niente luce per sei giorni. Dal 16 al 22 dicembre non ci sarà giorno e notte?

Senza luce per sei giorni. Preparatevi a rimanere al buio dal 16 al 22 dicembre. La Nasa sta mettendo in allerta tutto il pianeta per evitare crisi di panico in milioni e milioni di persone. Tra un mese e mezzo ci sarà una settimana "nera" nel vero senso della parola. Come specificato dagli scienziati degli States, vivremo qualcosa di mai visto prima. E, anche per questo, le conseguenze al momento non sono facilmente immaginabili. La Terra, abituata anche nei mesi freddi ad essere illuminata e riscaldata dal Sole per una decina di ore al giorno, dovrà fare a meno della palla infuocata per una settimana


Da martedì 16 dicembre a lunedì 22 dello stesso mese, il mondo rimarrà senza luce solare a causa di una tempesta solare, che causerà polvere e detriti spaziali in abbondanza tanto da bloccare il 90% della luce solare. Per una settimana non ci sarà giorno e notte, semplicemente perchè il sole non riuscirà mai a penetrare il fitto involucro composto dai detriti spaziali. Per quel che riguarda la luce, le città faranno abbondante ricorso all'illuminazione pubblica artificiale mantenendo accesi tutti i lampioni sia al mattino che al pomeriggio, mentre è presumibile che dalle finestre degli appartamenti farà capolino la luce dei lampadari. Più problematica la situazione relativa al riscaldamento: niente raggi solari vorrà dire anche temperature polari, a cui si dovrà porre un freno mediante riscaldamento autonomo.

Insomma, una buona spesa in gas potrebbe mantenerci al calduccio nelle nostre case, mentre per quel che riguarda le strade sarà opportuno pensare a cappello, guanti e sciarpa. Tutto confermato allora? Peccato che, quanto sopra elencato, non sia mai uscito ufficialmente dalla Nasa, il punto di riferimento mondiale nel campo della scienza e dei laboratori. Lo ha rilanciato in rete Huzlers, un noto sito web che già in passato ha messo in circolo messaggi e false notizie con titoli bizzarri senza riscontro nella realtà.

Eppure c'è chi giura che stavolta non si tratti di una bufala ma di un'indiscrezione uscita dai corridoi della Nasa. In America è già scattato il conto alla rovescia verso il 16 dicembre e monte aziende si stanno preparando ad un surplus nell'utilizzo di gas e corrente elettrica. D'altronde meglio prevenire che curare.

La Nasa ha smentito la notizia anche se nel comunicato ufficiale figura una dichiarazione del numero uno Charles Bolden che ha invitato tutti alla calma. "Ci affideremmo esclusivamente alla luce artificiale per i sei giorni, il che non è un problema", dice lo scienziato della NASA Earl Godoy. Un messaggio che non fa altro se non lasciare aperto ogni legittimo dubbio. Davvero la Terra sta per subire qualcosa di grave e nessuno vuole dirci nulla per evitare che l'umanità venga presa dal panico? E se accadesse davvero, il nostro Governo sarebbe pronto a tutelare i suoi cittadini? Perchè la Nasa tiene per sè tutte le scoperte più agghiaccianti, comprese quelle relative agli extraterrestri? Questa pioggia galattica sta per arrivare sulla Terra? Tante domande a cui gli Stati Uniti hanno deciso di non dare una risposta.

Scritto da Alberto

fonte: italianosveglia.com

Nessun commento:

Posta un commento