LA SCUOLA ITALICA NON INSEGNA: la sua funzione è confomare il Popolo ubbidiente (Video)

CUNFERENTZIA: Salve a tutti, sono mariano abis, mi sto interessando di problematiche scolastiche, educative e formative. Penso che anche a voi sia capitato di dover risolvere una situazione complicata, apparentemente senza vie di uscite, e per giorni non riuscite a trovare soluzioni, poi, all’improvviso, una mattina, la strada si presenta sgombra, percorribile in tutta sicurezza.

Abbiamo ricevuto una folgorazione mentale, si è concretizzata in un attimo la soluzione, e non riusciamo a capire se sia stata generata da un ragionamento oppure sia apparsa spontaneamente.
A me capita così, ragiono meglio appena alzato, la mente è predisposta a fornire sia soluzioni che intuizioni

Un motivo a tutto questo deve pur esistere, il sonno ci ha liberato dalle scorie della giornata precedente, ci ha sciolto da una parte delle convenzioni sociali, pronte però, purtroppo, a materializzarsi di nuovo nel corso della giornata.


Così è un bimbo, equiparabile ad un adulto appena alzato, riposato nello spirito e nel fisico, e pronto ad affrontare una nuova giornata, un bimbo al quale non sono state fornite ancora istruzioni, codici o imposizioni, egli ragiona in maniera autonoma, secondo la sua personalità.


La scuola italica, e la scuola in generale, ha una sola funzione, e non è quella di insegnare la storia o la geografia, la sua funzione è quella di conformare le persone, in modo da creare una popolazione che si inserisca senza problemi nel circuito produttivo e sociale che loro hanno pianificato.
Loro non vogliono problemi, vorrebbero un esercito di individui spersonalizzati, intruppati e obbedienti.
E così, fin dai primissimi anni di vita scolastica di un bimbo, è tutto un continuo livellare personalità, conformare, fornire soluzioni e concetti, inculcare nozioni e comportamenti che non disturbino il normale scorrere della prossima appartenenza alla vita sociale e lavorativa.
Un fornire codici, paletti, indirizzare, formare recinti mentali duraturi.

Dal punto di vista dell’organizzazione lavorativa, ciò è un bene, è come formare un esercito di laboriose formichine che non hanno altro scopo nella vita che costruire e realizzare.
Ma l’essere umano non è una formica, e lo scopo della sua vita non è il lavoro, lo scopo della sua vita non è lo stipendio, o il profitto, essi sono dei mezzi, ma non sono il fine ultimo della nostra esistenza.

Ci hanno fatto credere che siamo al mondo per costruire, ma non è vero, siamo al mondo semplicemente per spendere la nostra esistenza alla ricerca della felicità, della gioia, per il piacere di mettere al mondo la continuazione di noi stessi.

Mettere al mondo non vuol dire indirizzare, non vuol dire educare, non vuol dire istruire, e nemmeno insegnare o formare, mettere al mondo vuol dire trasmettere al proprio figlio, tramite l'esempio, la consapeolezza che la vita va vissuta con onore.


Mettere al mondo significa lasciar libero nostro figlio di esprimere la sua personalità, nostro figlio non è né di noi genitori, né tanto meno della nazione di cui fa parte, è se stesso e basta.

Non è l’emanazione di niente e di nessuno.

Il ruolo dei genitori e della scuola non è fornire concetti e soluzioni, i quali devono essere la risultanza del libero pensiero di ciascun individuo, della sua sensibilità, tenendo ben presente che concettualmente non ci può essere nessuno al di sopra di lui, nessuno che lo indirizzi, nessuno che gli tracci strade o percorsi, in buona sostanza, nessuno che lo limiti, o lo spinga.

So che la prossima affermazione che farò, potrebbe non trovare il consenso di buona parte di questa assemblea, ma affermo con convinzione che il ragazzo non dovrebbe subire nessun tipo di condizionamento almeno fino ai dieci anni di età, fino ad allora dovrà solo giocare e scoprire, affinare in maniera naturale le sue particolarità, e imparare solo a leggere e scrivere e far di conto, niente altro, ciò è necessario e sufficiente.

Confrontarsi per esprimere appieno la sua personalità, la sua genialità, l’estro, lo spirito artistico e comunicativo, l’arte di stare al mondo come individuo sovrano, un popolo non è sovrano se i suoi componenti sono dei soggetti costruiti ad hoc, per i bisogni della società, ciascuno di noi deve porsi al di sopra dello stato, e lo stato deve unicamente servire e organizzare la collettività, ma non può intervenire sulla libertà espressiva di nessun individuo, non siamo cittadini da rendere utili all'occorrenza, non siamo nati per essere sudditi, e nemmeno per ragionare con le possibili teorie imposte dal sistema.

E concludo dicendo che le classiche materie oggi insegnate, non sono assolutamente importanti quanto una materia che non esiste nella quasi totalità delle scuole, una disciplina che ritengo sia indispensabile istituire, una materia che anche della vita sociale e politica è completamente latitante, la logica..
Ho terminato, grazie dell’attenzione.

domenica 7 febbraio 2016
Fonte: jolao77



Ti potrebbe interessare anche:
La "società" delle virgolette, tutto fittizio e inganno! (Video)

2 commenti:

  1. Riguardo alla parte finale dell'articolo, vorrei insistere sul concetto di logica.
    Questa società è illogica in maniera esponenziale, è come se lagica soccombesse di fronte alle "verità" mediatiche di questa società fasulla e innaturale.
    Se la gente non si riappropria del sano concetto di logica e raziocinio, diventerà sempre più manipolabile, come se il plagio attuale non fosse già troppo ingombrante e invasivo.
    Io che sono istruttore federale di scacchi, e che in passato mi sono impegnato per convincere dirigenti scolastici sui benefici che l'insegnamento scacchistico può apportare alle giovani vite, mi sono scontrato spesso con dirigenti "squadrati" e restii a capire la grande valenza che proponevo.
    Le bellissime e significative immagini che il qui e ora ha inserito a margine dell'articolo , spiega in maniera eccellente questo concetto appena espresso,

    RispondiElimina
  2. Tutte le scuole sono campi di concentramento e programmazione mentale, sono luoghi per spegnere l'essere umano e farlo diventare un perfetto robot programmabile!

    RispondiElimina

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube

Solar X-rays: status
Geomagnetic Field: kpstatus

Cubo di Shungite lucida
Il Cubo di Shungite garantisce una armonizzazione energetica a scatola, per le zone basse (dal pavimento fino a un'altezza di circa 70 cm.) Un cubo di shungite di 3 cm (svolge un'azione radiante di 2 m.) sulla vostra scrivania armonizzerà l'ambiente e creerà un'atmosfera calma e rilassante >>>>
Voto medio su 23 recensioni: Buono

Sacchetto con Tubetti di Ceramica EM - 90/100 gr. circa
La Ceramica EM - 90/100 gr. circa
Esplicano un effetto antiossidante e rigenera l'ambiente. L’acqua risulta purificata e vitalizzata. Esiste inoltre una sorprendente interazione con le radiazioni elettromagnetiche. Infatti la loro pericolosità viene neutralizzata dalla ceramica EM. Si nota sull’organismo umano, animali, piante, dove la ceramica EM, manifesta un’azione vitalizzante e vivificante >>>>
Voto medio su 87 recensioni: Da non perdere

Squatty Potty ®
Squatty Potty ®
Le toilet moderne sono molto comode, ma hanno un grave difetto: ci impongono di sederci. Sedersi per fare la cacca potrà anche essere considerato "civile", ma gli studi mostrano che la posizione migliore è quella suggerita da SQUATTY POTTY ®! >>>>
Voto medio su 87 recensioni: Da non perdere