Rimedio definitivo contro l’insonnia: dopo questo non ti tormenterà più

Quando non riesco ad addormentarmi o qualcuno mi chiede un consiglio per combattere l’insonnia la cosa su cui mi focalizzo prima di ogni altra cosa è il respiro.

Ci sentiamo sempre dire di respirare quando siamo agitati, nervosi, tesi ma… diciamoci la verità: quanti lo fanno davvero? Il più delle volte si pensa che sia il solito trucchetto psicologico per distrarsi e nel frattempo la tensione passa


In realtà l’attenzione sul respiro è molto mooolto importante, tutti noi respiriamo ma chi lo fa in maniera consapevole? Vi siete mai fermati a respirare soltanto?

Spesso lo facciamo mentre facciamo altro, proprio perchè si tratta di una cosa automatica, come il battito cardiaco: non dobbiamo dare l’impulso al cervello per far battere il cuore, è un’attività involontaria. Ma il fatto che sia involontario non vuol dire che non possiamo farlo in modo consapevole ;)
Portare l’attenzione sul respiro porta immediatamente ad uno stato di rilassamento. Prova adesso ad esempio: fai 3 respiri profondi portando la tua attenzione sul punto in cui l’aria entra ed esce dalle narici, prenditi il tuo tempo...
Com’è stato? Se lo hai fatto bene (senza barare) dovresti avvertire uno stato di relax che si irradia in tutto il corpo.

Questa sensazione  di rilassamento è il motivo per cui il mio primo consiglio in caso di insonnia è respirare consapevolmente, facendo l’esercizio che hai appena fatto.

Ovviamente se sei teso da anni e anni e hai un’insonnia che ti fa dormire un’ora a notte ci vorrà un po’ di esercizio e pratica, dovrai insegnare letteralmente al tuo cervello a rilassarsi e potrà volerci qualche giorno, forse settimane, ma ne vale davvero la pena.

Qualche giorno fa però ho letto l’articolo di un professore che ha trovato una tecnica ancora più efficace, sempre basata sul respiro, per addormentarsi nel giro di pochi minuti: essendo io una grande sostenitrice del potere del respiro, potevo non provarla?

Ebbene, devo dire che funziona anche meglio rispetto a quella che dei 3 respiri, è efficace e semplice da ricordare.

Eccola qui:

1) Per cominciare posiziona la punta della lingua sul palato, subito dietro i denti
2) Con la bocca chiusa, fai un respiro con il naso e conta fino a 4


3) Tieni  il respiro contando fino a 7


4) Espira con la bocca contando fino a 8 ed emettendo un suono “sibilante”.


5) Senza fermarti, ripeti tutto per non più di 4 cicli (mi raccomando: la lingua deve rimanere sul palato per tutto il tempo).

Noterai che andrai in uno stato di coscienza molto rilassato e piacevole.
Anche in questa tecnica però perchè gli effetti siano durevoli ed efficaci è importante essere persistenti e costanti.

Il dottor Andrew Weil, medico, esperto di medicina alternativa e diffusore di questa tecnica per addormentarsi, insiste molto su quanto sia importante praticarla almeno due volte al giorno per otto settimane, per ottenerne i maggiori benefici

E’ un vero e proprio training per il corpo e per la mente che di questi tempi non si rilassano tanto facilmente.

La cosa bella poi è che questa tecnica è ottima per dormire ma va benissimo anche per altre cose, come
  • ridurre l’ansia
  • ridurre lo stress
  • eliminare il desiderio di fumare o di cibo spazzatura.
La prossima volta che ti capiterà di essere agitato o di non riuscire a dormire prenditi 10 minuti per usare questa tecnica prima di reagire alla situazione. Ti stupirai della chiarezza mentale e della calma che avvertirai.
E soprattutto, più addestri la tua mente a stare in uno stato calmo e quieto più la tua mente lo riconoscerà come lo stato naturale e, se la prima volta ti ci vorrà un’ora o più per calmarti, dopo un po di esercizio basteranno pochi minuti per ritrovare la calma e fermare i pensieri incessanti.

Buona respirazione a tutti <3

fonte: psyta.net

Nessun commento:

Posta un commento